Alberto Meda

Un designer che realizza linee delicate e leggere senza tralasciare la concretezza: ecco come possiamo definire brevemente la lunga attività di Alberto Meda.

Nasce nel 1945 a Tremezzina, un piccolo paese nel comasco, e si laurea prestissimo ad appena 24 anni in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Milano.
Grazie alle sue capacità e alla competenza dimostrata nel 1973 diventa direttore tecnico della Kartell, la nota azienda italiana produttrice di mobili e oggetti di design.
Nello specifico, ha occupato il ruolo di responsabile della sezione che si occupava dello sviluppo di nuovi prodotti e di quella relativa alla realizzazione dei complementi di arredo.

L’esperienza come lavoratore dipendente dura però solo pochi anni in quanto nel 1979 decide di dedicarsi all’attività professionale libera ed in particolare dedicandosi alla collaborazione esterna con diverse aziende in veste di industrial designer.

Partono quindi gli anni della collaborazione con diversi brand italiani come ad esempio la Brevetti Gaggia, storica azienda milanese impegnata nella produzione di macchine da caffè sia per i bar che per le famiglie, e dal 1981 per 4 anni collabora con l’Alfa Romeo in qualità di progettista, per rendere più elegante il design delle autovetture della casa del biscione.

Non solo lavoro, però.
L’altra grande passione di Alberto Meda è per l’attività didattica con diverse esperienze in questo ambito presso la Domus Academy, il Designlabor di Bremenhaven e l’immancabile Politecnico di Milano.
Tra il 2003 e il 2006 collabora anche con lo IUAV, la celebre università veneziana, dove dirige un laboratorio di progettazione durante un master di disegno industriale.

Grazie al design particolare delle sue creazioni ha vinto il prestigioso premio Compasso d’Oro nel 1989, 1994 e 2008. Si tratta di uno dei premi più importanti a livello mondiale per il design e che lo ha visto vincitore grazie alle lampade Lola, Metropoli e Mix di Luceplan; nel 2011 è stato nuovamente vincitore con il tavolo Teak di Alias e nel 2016 con i pannelli insonorizzanti di Caimi Brevetti.

Una carriera prestigiosa che al momento lo vede ancora in piena attività in virtù della continua collaborazione con brand molto importanti del panorama industriale come Alessi, Mandarina Duck, Idea Standard, Philips e Olivetti solo per citarne alcuni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...