Novità dal Salone del Mobile 2018

Anche quest’anno il Salone del Mobile di Milano si è confermata come un’importante occasione per esternare le novità più entusiasmanti che ruotano attorno al mondo dell’arredo e del design.
Questa 57° edizione, in particolare, è stata concentrata sulla qualità sostenibile, nonché volta alla promozione e valorizzazione dei giovani talenti.

Milano, come sempre e più degli scorsi appuntamenti, si è dimostrata all’altezza dell’appuntamento, ovvero la città perfetta per accogliere il ricco stuolo dei design coinvolti a questa manifestazione internazionale. A questo proposito non sono mancate numerose installazioni sparse fra le principali vie e trascinanti eventi che hanno animato l’intero polo fieristico di Rho.

Le novità di quest’anno sono state incentrate sulle nuove tecnologie e sull’abitabilità ecosostenibile, attenta anche ai mutamenti climatici che stanno interessando la nostra epoca. Le linee pulite ed essenziali si sono accostante ad un modo di abitare sempre più intelligente e funzionale, capace anche di rispettare l’ambiente circostante e ispirato ad un recente passato.

Ogni moderna famiglia potrà godere di una zona living elegante e performante ricca di innovativi elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Spiccano così forni in grado di eseguire contemporaneamente due cotture differenti, piani ad induzione che integrano la cappa, frigoriferi che possono interagire con i sistemi remoti come quelli presentati da Samsung, dall’azienda Bora o quelli inclusi nella W Collection di Wirpool.


Direttamente dall’Olanda, il gruppo Dutch Invertuals, nella lotta contro il consumo sfrenato, illustra l’immenso potere e la grande versatilità di materiali riciclati come il Plasma rock o il Lithoplast, quest’ultimo ricavato dalla plastica e ideato dalla designer israeliana Shahar Livne.

Riutilizzo e riciclo di materiali di scarto sono anche i temi proposti dai designer provenienti dal Brasile, molti dei quali creativi indipendenti e donne emergenti come Carol Gay. Si segnala anche Simone Olivera che propone complementi realizzati con materiali made in Barsil e derivati dal caffè.


La scelta dei materiali riciclati è anche quella dei giovani italiani di Altreforme. Si chiama Raw&Rainbow la nuova collezione fatta di alluminio e realizzata da cinque nuovi talenti del gruppo. Il materiale utilizzato è stato opportunamente recuperato dalle comuni lattine.
Scopo della collezione è quello di spiegare la versatilità dell’alluminio e le sue potenzialità, così come bene illustrato da Simona Confalonieri con la sua creazione sofisticata o da Alessandro Zambelli che invece predilige forme geometriche per la sua coppia di oggetti.


Infine, fra i maggiori protagonisti dell’evento, spicca certamente l’arte di Casa Gifu. I diversi oggetti di design esposti sono stati creati con il supporto di artisti provenienti dal Giappone. L’allestimento dinamico, curato dal gruppo svizzero Atelier Oï, ha incluso, fra le varie installazione in legno, numerosi profumatori per la casa come le girandole portaprofumo. Spiccano anche quelli in ceramica tradizionale a forma conica o diversi pezzi unici, anch’essi in ceramica, realizzati con metodi di cottura che si sono susseguiti fra le diverse generazioni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...