Cassina: Dai transatlantici alle nostre case

Cassina ha visto passare sui propri banchi di progettazione grandi designer che hanno fatto la storia del Made In Italy: Andra Branzi, Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Rodolfo Dordoni, Mario Bellini, e il più grande tra gli architetti di tutti i tempi: Gio Ponti. Tutti questi grandi designer hanno lavorato per l’azienda che ha visto nascere al suo interno, oltre che progetti di Design, dei veri e proprio ideali di stile.

Andrea Doria

Andrea Doria

Agli inizi degli anni 20’ comincia la lunga produzione che arriva fino ai giorni nostri: tra sedie, divani e complementi d’arredo, un’incessante realizzazione di pezzi unici, caratterizzati da stile e tecnologia.
Prima di passare alla grande produzione industriale, i fratelli Cassina dovettero fermarsi per tutto il periodo della guerra.
L’occasione di addentrarsi nell’Industrial Design gli fu data con delle commissioni di arredi per transatlantici di Andrea Doria. Costruirono le sale da ballo, la biblioteca e tanti altri suppellettili per la prima classe che destarono l’attenzione dell’architetto Gio Ponti. Fu proprio in quegli anni che inizia la collaborazione tra l’architetto e l’azienda. Tra le varie produzioni, le più importanti ricordiamo la Leggera che ebbe grandissimo successo per bar, ristoranti e ogni tipo di attività commerciale; ma Ponti non era ancora soddisfatto,  e cercò di migliorare la sedia alleggerendola notevolmente, nacque quindi la SuperLeggera del peso di 1,66 kg.

Superleggera di Gio Ponti

Superleggera di Gio Ponti

Fu realizzato in via Busnelli a Meda (MB) lo Studio che poi divenne luogo espositivo e laboratorio di idee innovative.
Lo Studio è ricordato per un’aneddoto veramente particolare: la Superleggera fu lanciata in modo del tutto inconsueto, dalla finestra dell’ufficio, per collaudare ed avere un’effettiva dimostrazione della robustezza della struttura.
Questo Studio venne poi ristrutturato da Tobia Scarpa che lo rese molto più spazioso per esporre divani, tavoli, lampade e tantissimi altri oggetti.

Cassina va ricordato inoltre per un lavoro di riscoperta e rivalutazione di oggetti disegnati da grandissimi maestri come Le Corbusier, Rietveld e Frank Lloyd Wright che ancora oggi vengono prodotti dall’azienda. Moltissimi sono gli oggetti ad aver avuto riconoscimenti come il Compasso D’oro.

Una fonte inesauribile di stile che si è trasformata in una mostra made in Cassina, curata in ogni minimo particolare da Giampiero Bosoni. L’intento è quello di raccontare un pezzo di storia del Design Italiano. Un viaggio nella storia dell’azienda tra i pezzi che hanno segnato momenti importanti, che hanno dato una svolta decisiva all’immagine di Cassina nel mondo.

Infinito

Infinito

L’anima di questa azienda è un perfetto connubio tra la tradizione e studio accurato di nuovi materiali da sperimentare.
I pezzi esposti possono vantare un’anima forte che non viene piegata e messa da parte dalle mode del momento, ed in un certo senso sono diventati immortali nella storia del Design: Il Bruco e la Cab di Bellini, la Zig Zag di Rietveld, i Feltri di Gaetano pesce e il Privè di Starck sono una testimonianza di vicende storiche ed emozioni che rendono il Made in Italy unico al mondo.
In questo breve video un concentrato di arte realizzato da Cassina durante lo shooting di Karl Lagerfeld.


Cassina Spa
Via Busnelli, 1
20821 MEDA (MB)